Le regole basilari per la sicurezza sul tappeto elastico

Non possiamo affermare con superficialità che il salto sul trampolino elastico sia un’attività sportiva senza rischi.

Ciò che possiamo sostenere con certezza, invece, è che seguendo alcune fondamentali regole di sicurezza, tali rischi si riducono sensibilmente, fino ad annullarsi.

Il primo buon riflesso, in materia di sicurezza sul tappeto elastico, è di certo l’utilizzo della rete di protezione.

2-2 Trampoline Waouuh! seul

Chiaro, si tratta di un accessorio indispensabile per evitare brutte cadute al di fuori del telo da salto, ma non è sufficiente per proteggere gli utilizzatori dal rischio n°1.

Secondo una ricerca condotta in Scozia, infatti, il rischio di incidente più diffuso sul trampolino elastico scaturisce dall’utilizzo dell’attrezzatura da parte di più persone contemporaneamente.

Lo studio ha dimostrato che più dei ¾ degli incidenti occorrono quando più utenti utilizzano il tappeto elastico nello stesso momento.

sicurezza

Un altro elemento da non trascurare è il peso di ciascuno di essi: un disequilibrio nel peso degli utenti è stato individuato come altra causa di numerosi incidenti che vanno soprattutto a discapito dei saltatori più leggeri. Per questo i più piccoli hanno il 5% in più di possibilità di farsi male rispetto ai grandi.

Per darvi un’idea: un bambino di 20 kg che condivide il tappeto elastico con un adulto di 75 kg subisce una spinta pari a una caduta da 3,50 m di altezza.

Ricordatevi, dunque, che un tappeto elastico, in termini di sicurezza, è concepito per un solo bambino o utilizzatore alla volta. Autorizzare un maggior numero di persone a saltare conteporaneamente sul tappeto genera rischi difficili da controllare.

Il fatto che acquistiate un tappeto elastico di dimensioni maggiori, capace di sopportare un peso maggiore, non vuol dire che il numero di persone autorizzate a saltare su di esso allo stesso momento sia più elevato.

Se volete proprio autorizzare un utilizzo a più persone, cercate di ridurne il numero (2 o 3 al massimo), di tenere in considerazione la differenza di peso tra di loro e soprattutto di spiegare bene le regole di sicurezza e i rischi nei quali si incorre qualora non vengano rispettate.

Il team Salt’in Italy: Salti, Sport e Sicurezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.